Roberto Vecchioni Follow

Lo stregone e il giocatore lyrics

Quando arrivò io fece molto piano
e il vecchio con la mente era lontano
e poi neppure il cane si svegliò,
non abbaiò, rimase immobile.
Così pensò che fosse qualche amico,
o una rondine, o lo spirito dei lupo,
o il vento, perchè il vento
quando entra è svelto più di una lucertola

E niente più da perdere
e niente da aspettare
gli disse: "Appendi pure il tuo cappello
facciamo finta di giocare"

Gli anziani gliel'avevan raccontato:
portava i dadi e il gioco era truccato
ma t'incantava il fondo di un sorriso,
su quel viso, ancora giovane

E poi sentì urlare forte il lupo
e quando aveva già quasi perduto,
vide che sulla luna gli sfuggì
la sua vita e se ne innamorò

"Io sono un vecchio inutile
puoi prendere di meglio
tu dammi ancora un giorno
e in cambio ti darò
mio figlio"

Lo stregone e il giocatore Video

https://youtube.com/devicesupport: (video from YouTube)

Thanks to Beau for submitting the lyrics.
Correct these lyrics

Comments on Lo stregone e il giocatore

Submit your thoughts

These comments are owned by whoever posted them. This lyrics site is not responsible for them in any way.

© to the lyrics most likely owned by either the publisher () or
the artist(s) (Roberto Vecchioni) which produced the music or artwork. Details



All Artists A-Z

Elsewhere



© might belong to the performers or owners of the songs. Lyrics may be used for private study, scholarship or academic research only.
In accordance to the Digital Millenium Copyright Act, publishers may ask to have specific lyrics removed.
This is a non-commercial site. We are not selling anything. Details
Lyricszoo content, design, layout © 2021 Lyricszoo.